Sistemi di allarme

In un settore molto innovativo come quello della sicurezza, è fondamentale saper compiere scelte díinstallazione corrette. Per tale ragione, líimpostazione progettuale di un impianto antieffrazione e antintrusione deve seguire le seguenti fasi di sviluppo (come proposto dalla normativa vigente in tema di sicurezza):

1.analisi del luogo e dei settori da proteggere;
2.valutazione del livello di prestazione dellíimpianto;
3.scelta della centrale, degli organi di comando e degli apparati di teletrasmissione;
4.determinazione del tipo, del numero e dellíubicazione dei rivelatori da installare;
5.selezione delle caratteristiche dei dispositivi di allarme locale.
Nella fase di analisi, Ë indispensabile individuare con attenzione gli ingressi (accessi principali, secondari, finestre, lucernai o altro), le abitudini dei proprietari e le caratteristiche del luogo da proteggere, per calcolare il livello di rischio complessivo. Le valutazioni tecniche che, invece, possono incidere di più sulla qualità e sul valore finale di un impianto díallarme interessano: i dispositivi di comando, rilevazione e allarme.

La scelta di un sistema antintrusione è, dunque, legata al grado di sicurezza e al livello di protezione che si vogliono ottenere.